• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Twitter manda in pensione il 'telefono rosso' fra Usa e Russia

Dall'agenzia AdnKronos: "Fra Stati Uniti e Russia non serve più la linea rossa, ormai c'è Twitter". Lo ha detto oggi il presidente americano Barack Obama scherzando alla conferenza stampa congiunta con il collega russo Dmitri Medvedev. Medvedev ha il suo account su Twitter, ha notato Obama, aggiungendo: "ne ho uno anche io, così che ora potremo sbarazzarci di questi telefoni rossi che stanno lì da tanto tempo""

salva e condividi

Niente 'tweet' sul New York Times

"I fans dei social media non saranno d'accordo, ma al di là del contesto ornitologico, la parola "tweet" non fa ancora parte dell'inglese corrente. E l'inglese corrente è quello che noi dobbiamo usare nei nostri articoli": parole di Phil Corbett, ovvero l'uomo che al New York Times detta le regole, gli standard di uniformità lessicali e grammaticali del giornale.

salva e condividi

La Bp, i gabbiani della Louisiana e i motori di ricerca: pecunia non olet, anzi 'non oil'

I motori di ricerca non ci fanno una bella figura. E' vero che la pubblicità è l'anima del commercio, però la notizia che la Bp si è assicurata che le parole chiave  'petrolio' e 'versamento' (oil e spill, in inglese) rimandino come primo link a quello della stessa Bp, qualche dubbio etico lo fa venire. Qual è (se c'è) il limite che Google, Yahoo, Bing si pongono?

salva e condividi

Troppa tecnologia fa male? Sì, come tutti gli eccessi

Gli eccessi tecnologici rovinano la vita. E' la conclusione, assai condivisibile, di un lungo articolo apparso oggi sul New York Times. L'autorevole quotidiano Usa racconta la storia di un esperto informatico, Kord Campbell, e di come la 'dipendenza hi-tech' e e il 'vivere multitasking' incida in modo pesante sulla qualità della vita.:

salva e condividi

Come eravamo: Prince of Persia, retrò

Da tre giorni uso l'iPhone solo come un gameboy. Addio mail, Twitter, internet, ecc ecc. Colpa (o merito) di un'idea azzeccatissima: la riproduzione ultrafedele del primo videogame 'Prince of Persia'. Sì, quello di 18, dico 18 anni fa.

salva e condividi

Freedom Flotilla, quell'assalto militare in diretta tv

''Centinaia di soldati stanno attaccando simultaneamente le navi della flottiglia pacifista come se fosse una guerra'': queste le ultime parole di un cronista dell'emittente Tv panaraba Al Jazeera nel collegamento in diretta da una delle navi della Freedom Flotilla in rotta verso Gaza. Poi, il collegamento satellitare è caduto.

salva e condividi

Se si azzera la Matrix di Twitter

Riassunto delle ultime ore su Twitter: un hacker trova il modo per costringere altri utenti a diventare 'follower' (cioè a seguire, a leggere nel flusso di notizie) altre persone. Sparge la voce e ovviamente un numero imprecisato di cretini (chiamiamoli 'utenti C', per l'appunto come cretini) si precipita a fare in modo che Britney Spears o Barack Obama sappiano che gli stessi utenti C si stanno lavando i denti o mangiando una pizza ai peperoni.

salva e condividi

Barça-Inter, vista dal bar Twitter

Non so come è stata la partita, nei bar e nei gruppi d'amici assiepati davanti a un tv. Su Twitter è stata una radiocronaca magnifica. Ashtag #inter, naturalmente, ma anche un po' di followers abituali. Tifosi, mezzi tifosi, mezzi amici e qualche nemico: si sono sprecati commenti e battutacce, incoraggiamenti e prese in giro, critiche a ogni azione e ai massimi sistemi. A raffica, a ciclo continuo, senza un attimo di respiro. Dubito che la telecronaca tv sia stata così divertente e appassionata.

salva e condividi

Floppy disk, addio... Ma davvero qualcuno li comprava ancora?

Ne avevo trovati alcuni ripulendo i cassetti, qualche giorni fa. Li ho tenuti, pensando che da qualche parte ho un vecchio Mac che li legge ancora. Sto parlando dei floppy disk, i dischetti, cioè la prima forma diffusa di archiviazione digitale, protagonisti dell’informatica negli anni Ottanta e Novanta. Dopo sono venuti i cd rom, i dvd-r, le ormai diffusissime pen drive Usb (le chiavette che tutti usiamo) e i masterizzatori Blu Ray.

salva e condividi

Extraterrestre, portami via... ma anche no!

L'astrofisico britannico Stephen Hawking è "matematicamente certo" che gli alieni "esistano, chissà in quale forma". Ma una cosa è certa per Hawking: "meglio stargli lontano" perché "se mai ci trovassero potrebbero sfruttare la Terra e le sue risorse come i conquistadores fecero con l'America dopo lo sbarco di Cristoforo Colombo", anche se la maggior parte di loro potrebbero essere equivalenti a microbi o ad animali semplici, cioe' il tipo di vita che ha dominato la Terra per la maggior parte della sua storia.

salva e condividi
Syndicate content