• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Due religiosi suicidi, un'unica sconfitta

In una settimana si sono suicidati due religiosi: un prete a Bergano - accusato di molestie pedofile e quindi sospeso dal servizio divino - e una diacono a Orvieto, cui era stato negato il sacerdozio per motivi non chiari. Non voglio entrare nel merito delle vicende, che sono diverse l'una dall'altra. Ma un uomo che si toglie la vita è una sconfitta per la Chiesa, anche se le motivazioni per le quali i due avevano avuto in qualche modo degli stop saranno stati giustificati (specialmente il primo).

salva e condividi

Il libro del Papa, una scoperta per tutti

Sto leggendo il libro del Papa, quello di cui tutti abbiamo letto (e scritto) nei giorni scorsi. La prima sorpresa è che non è noioso, come quelli di alcuni dei suoi predecessori (<Varcare le soglie della speranza> di Woytjla era sinceramente una palla). La formula del botta-e-risposta funziona. La seconda notazione è che <La luce del mondo> si rivela interessante sia per i cattolici sia per i non cattolici (atei, dubbiosi, miscredenti). La terza è che pare un libro di un vero intellettuale, di uno cioé che <cerca>.

salva e condividi

Inchiesta Ior, un cammino da compiere

La notizia dell'inchiesta della procura di Roma sullo Ior mette in evidenza due aspetti, solo apparentementi collidenti: il Vaticano e l'attuale gestione dell'Istituto facente capo a Ettore Gotti Tedeschi hanno intrapreso un cammino lento e difficile verso la piena trasparenza, perseguendo l'obiettivo di far entrare anche la Santa Sede nel novero (abbastanza ristretto) dei paesi degni di esseri iscritti nella White List finanziaria; il cammino è ancora di là da compiersi.

salva e condividi

Il Papa e le (troppe) scuse

Una premessa: ovviamente lungi da noi dal voler dare consigli al Papa. Ma una riflessione si impone: possibile che ogni volta - dico ogni volta - che Ratzinger si muove all'estero debba iniziare il viaggio con le scuse della Chiesa per la vicenda dei preti pedofili?

salva e condividi

Il Papa a Londra, tutti contro

Fa un po' tenerezza questo Papa che se ne va in giro per l'Europa a fare il suo mestiere di Papa (che fino a prova contraria e con buona pace dei non credenti è annunciare il Vangelo) e non solo viene ricevuto a ondate di fischi e improperi, ma che per compiacere la grande opinione pubblica internazionale e rendere omaggio al politicamente corretto è quasi <costretto> a sottostare a quella sorta di rito delle scuse per le colpe del clero pedofilo.

salva e condividi

Glemp conferma: per Wojtyla beato si dovrà attendere

Notizia uscita sabato, poco considerata dai media: l'ex primate di Polonia Glemp ha confermato che la causa di beatificazione di Giovanni Paolo II non è vicina alla definizione. <Non c'è fretta, bisognerà aspettare almeno un anno o due>, ha detto il cardinale, confermando le indiscrezioni circolate già nelle settimane scorse (e anticipate dal QN) secondo cui i tempi previsti per la canonizzazione (qualcuno aveva parlato di aprile o ottobre 2010) si allungheranno. I motivi?

salva e condividi

La Chiesa e l'Islam, il Papa cerca il dialogo

Per confrontarsi con l'Islam l'occidente ha due strade: o l'arroccamento e la difesa a oltranza di se stessi e dei propri interessi, o il dialogo. La terza (ignorarsi a vicenda) non esiste. Il Papa ha scelto la seconda, come sta riaffermando da tempo e come ha spiegato di nuovo nel suo viaggio a Cipro che si conclude oggi. Non tanto per una questione di buonismo (quando vuole la Chiesa sa mostrare i muscoli), quanto perché convinto che la propria idea di umanesimo cristiano possa trovare un terreno di intesa con i musulmani, per lo meno quelli più moderati.

salva e condividi

La morte molto poco casuale di un vescovo

Parliamoci chiaro: l'assassinio del vescovo Padovese ha pochi lati oscuri, come invece è stato detto finora. Appare un segnale lanciato da qualcuno, una mossa per stroncare quel processo di riavvicinamento tra Chiesa e musulmani, tra Chiesa e Turchia, e in fin dei conti tra occidente e Turchia, di cui Padovese era un esponente di primo piano. Ricordiamoci che anche per l'omicidio di don Santoro si parlò di uno squilibrato, salvo poi accorgersi che esisteva una manovra ben precisa. Chi può aver armato la mano dell'autista del vescovo italiano resta nel mistero.

salva e condividi

La pedofilia fa paura alla chiesa. Pensando anche all'otto per mille

Nei corridoi della Conferenza episcopale italiana non si nasconde il timore che la bufera planetaria sul clero e la pedofilia finisca per scoraggiare gli italiani a destinare l'otto per mille alla Chiesa Cattolica (da cui nello scorso anno la Cei ha ottenuto oltre un miliardo di euro). La scelta deve avvenire in questi giorni. In Germania un quarto dei cattolici ha <mutato> la destinazione del proprio contributo fiscale, dalla chiesa ad altre confessioni.

salva e condividi

La Sindone, occasione per un confronto (con se stessi)

Vorrei fare un po' d'ordine rispetto al dibattito suscitato dal mio intervento sul tema Sindone-fede. Che la Sindone sia un falso medioevale non è provato perché nessuno ha saputo spiegarne l'origine; che sia un telo risalente al primo secolo neppure.

salva e condividi
Syndicate content