• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

La morte molto poco casuale di un vescovo

Pubblicato da Pierfrancesco D... Sab, 05/06/2010 - 15:25

Parliamoci chiaro: l'assassinio del vescovo Padovese ha pochi lati oscuri, come invece è stato detto finora. Appare un segnale lanciato da qualcuno, una mossa per stroncare quel processo di riavvicinamento tra Chiesa e musulmani, tra Chiesa e Turchia, e in fin dei conti tra occidente e Turchia, di cui Padovese era un esponente di primo piano. Ricordiamoci che anche per l'omicidio di don Santoro si parlò di uno squilibrato, salvo poi accorgersi che esisteva una manovra ben precisa. Chi può aver armato la mano dell'autista del vescovo italiano resta nel mistero. L'unica cosa certa è che non si tratta di una <morte per caso>. Si può solo avanzare qualche ipotesi su chi trae vantaggio da questa morte e da questo stop al dialogo. Tutti quelli che non vogliono il dialogo stesso, tutti quelli che tra occidente e mondo musulmano vogliono mantenere un solco ben definito: l'area musulmano-fondamentalista, paesi di area occidentale in medio Oriente, alcuni paesi europei, lo schiaramento più duro della politica americana. In sintesi i servizi di mezzo mondo.

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.