• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Eddie Vedder, una chitarra per ululare alla luna. Selvaggia

Sì, so benissimo di arrivare tardi, ma che volete, noi vecchietti siamo lenti di comprendonio. Lenti nel tecnologizzarci, lenti nello scoprire qcosa di nuovo. E così, prima di lasciarvi per 7 giorni (ma sono certo che sopravviverete stupendamente), sminuzzo un piccolo consiglio, un cd uscito quest'anno, ma da un pezzo: la colonna sonora di Eddie Vedder del film 'Into the wild'.

salva e condividi

Mamma mia, ancora gli Abba!

Premessa a tutela della mia dignità: degli Abba non ho nè cd nè antichi lp. Però non sono per niente sorpreso dalla notizia che il loro 'Greatest hits' sia tornato al numero uno nelle classifiche inglesi 16 anni dopo la sua pubblicazione (26 milioni di copie vendute, in classifica negli Usa da 444 settimane, gulp).

salva e condividi

Waterboys, non sapete che vi perdete

salva e condividi

Scarlett, lascia perdere Tom Waits

ù

salva e condividi

Riecco i Jethro Tull: ma Ian Anderson non molla mai?

salva e condividi

Chiefains, c'è sempre una giga da ballare

I Genesis seppero sostituire Peter Gabriel,  gli Who Keith Moon, gli Ac/Dc Bon Scott. Loro no. I Chieftains sono diversi,  guidati dall’atavica fierezza irlandese.

salva e condividi

Viva la vida. Ma anche viva i Coldplay?

Già, il nuovo disco dei Coldplay. Tutti l’aspettavano in fondo al grand canyon, con il colpo in canna, come si fa con le diligenze dei viaggiatori con le tasche gonfie di dollaroni. Perché nel business discografico più sei vip più sei sotto tiro. Figurati i Coldplay, fra i pochi big in un’epoca priva di supergruppi.

salva e condividi

Leonard Cohen, la voce della coscienza

Ok, è vero. I biglietti costano un Perù. Ma ragazzi, se c’è un concerto che questa estate vale la pena di andare a vedere, beh, questo è quello di Leonard Cohen. Lui va in giro a dire che è l’ultimo tour, il problema è che dice la verità, non scimmiotta le eterne finte tournèe di addio di Elton John. Parla l’anagrafe: Cohen ha 74 anni, sa che il tempo può scadere in qualsiasi momento.

salva e condividi

Balla questo samba: è per i 50 anni della Bossa nova

Ci sono strade che quando si incrociano regalano l'arcobaleno. Accadde nel 1958, già, cinquant'anni fa, quando la samba incontrò il jazz e scoprirono che erano fatti l'uno per l'altra, partorendo la bossa nova. Almeno allora, perché come tutti i matrimoni, la passione è poi volata sugli andirivieni delle montagne russe. Ma quando nel 1958 il sax delle cantine baciò la chitarra dolente do Brasil, beh, i Beatles tremarono. E non è uno scherzo. Perché i gusti degli acquirenti dei dischi cambiarono, e quindi anche le hit parade, of course.

 

salva e condividi

Addio Esbjorn, il pianista del grande freddo

Il grand Nord Europa, si sa, è una miniera per il jazz. I primi nomi che mi vengono in mente  sono Ian Garbarek, Tord Gustavson e Palle Danielsson. Ma c'è anche un nome che da poco non è più con noi, quello del grande pianista svedese Esbjorn Svensson, morto sabato a 44 anni in un'immersione subacquea nell'arcipelago di Stoccolma.

salva e condividi
Syndicate content