• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

I 70 anni di Dylan, l'uomo che non teme di cambiare

Preparatevi al grande fracasso: Bob Dylan sta per compiere 70 anni. E tv e giornali, che vivono di anniversari, apparecchiano la tavola delle solenni celebrazioni, invitando al banchetto le penne più pompose (e trombone). Lui giustamente si tira fuori dalla mischia, ci mancherebbe altro che suonasse il giorno del suo compleanno con tanto di torta e candeline. Su una vita come un film (e diventata un film) si potrebbe scrivere per giorni e giorni, ma sarebbe inutile, oltre che  stupido.

salva e condividi

'In a special place', c'erano una volta i Waterboys

L'ho ordinato su Internet, un disco ingenuo, commovente, scabro, bello nella sua essenzialità: 'In a special place' dei Waterboys è un album speciale, come dice il titolo. Perché? Racchiude le sessions  di solo pianoforte della registrazione di 'This is the sea', memorabile album del gruppo, risalente a 26 anni fa.

salva e condividi

Kate Bush è diventata come Peter Gabriel: lentissima. Ma fantastica

Un po', anzi, molto a sorpresa nei rari negozi di dischi sopravvissuti nell'orbe è affiorato 'Director's cut', il nuovo album di kate Bush. Nuovo, beh, nuovo è parola grossissima. Praticamente Kate ha ripreso in mano pezzi di un paio di vecchi cd, 'The sensual world' e 'The red shoes' e li ha rivitalizzati a modo suo. Normale, no? Se vi guardate le spalle quante storie della vostra vita affrontereste in maniera diversa?

salva e condividi

Aiuto, non c'è più un negozio di dischi

Un dispaccio Ansa certifica quello che già immaginavo, ma mi rifiutavo inconsciamente di accettare: nessuno compra più la musica, i cd. In Inghilterra la leggendaria catena di negozi dell'Hmv Shop (quelli con il simbolo del cane e grammofono, la voce del padrone) rischia di chiudere i battenti dopo un dicembre disastroso. La società, proprietaria anche delle librerie Waterstone's, sarà costretta a chiudere 60  dei suoi punti vendita dopo un calo di vendite del 10%, quantificabile in qualcosina come 40 milioni di sterline.

salva e condividi

Rafferty va, 'Baker street' resterà per sempre

Non cercate i suoi dischi nei negozi. Ovviamente non li troverete, Gerry Rafferty era un nome della generazione che ama l’odore del vinile, roba della fine degli anni 70. Era sparito da tempo. Un giorno, nel febbraio del 2009, si parlò improvvisamente di lui: «Gerry è morto», ma era la solita leggenda metropolitana, disgustosa moda evidentemente in voga anche nelle terre anglolassoni. Solo che stavolta Gerry Rafferty è morto per davvero, a 63 anni, nella sua casa del Dorset, nel sud dell’Inghilterra. Il suo era un autoesilio volontario.

salva e condividi

Tord Gustavsen, il jazz al chiaro di luna

Forse ci sarete arrivati prima di me, forse no, ma vi segnalo un pianista norvegese, Tord Gustavsen. Incide naturalmente per l'Ecm records di Manfred Eicher, e i suoi dischi sono un viaggio nella notte. E' jazz, quieto e crepuscolare, pianoforte, contrabbasso e batteria, mai un'alzata di ritmo, solo un tintinnio di note che si incamminano in fila sotto la luna. Non è jazz innovatgivo, lo so, non è Keith Jarrett, fantastico ma a volte anche troppo astruso con improvvisazioni balzane.

salva e condividi

Van der Graaf Generator, musica per le orecchie di chi non molla

Naturalmente non so cosa farete voi il 9 aprile 2011. Io però ho già una missione, una meta, il Carisport di Cesena. E' lì che lì ritroverò un pezzo della mia vita, che proprio mi assomiglia: incanutita, imbolsita, risponde al nome di Van der Graaf Generator. Certo, son sempre qui a blaterare di musica vecchia, polverosa e putrefatta a suon di muffe, direte voi, ma che volete, son malato, è l'unica colonna sonora della mia vita che accetti.

salva e condividi

Un meraviglioso perdente, Mike Scott

 

salva e condividi

Leonard Cohen a Santa Croce, un inno all'ultimo dei visionari

Cari miei, il vostro ammuffito blogger si ridesta dal secolare torpore dove aveva avvolto questo spazio abbandonati fra sterpaglie e polvere. E se lo fa, è perché una ragione vetusta ne ha stuzzicato il risveglio, ovvero l'unica data italica di mister Leonard Cohen. 76 anni, sì, lo so che direte che è roba da Matusalemme, ma io vi dico, chi non c'era in piazza Santa Croce a Firenze non sa cosa si è perso.

salva e condividi

C'è sempre una canzone per ogni estate. Anzi, più di una

Quando arriva l'estate, frugo disperatamente nella soffitta della casa di quand'ero bambino. Lassù conservo gloriosi vinili, a iosa, e soprattutto mucchi di musicassette (chiamatemi l'antiquario, anzi, il preistorico).

salva e condividi
Syndicate content