• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

L'eredità di Mubarak: la testimonianza di un italiano in Egitto.

Da un italiano che da anni vive in Egitto ricevo questa testimonianza: gia' da un po' sentivo l'ondata che stava arrivando.La polizia era sempre piu' dura e tanta gente moriva appena arrestata, nelle stesse stazioni di polizia che adesso sono state date al fuoco.Di sera, spuntavano posti di blocco su tutti i ponti e nelle strade chiave dei quartieri.Tra gli amici, una parte era preoccupata per la svolta integralista che Mubarak combatteva senza risultato e l'altra  brontolava...

salva e condividi

Obama musulmano? Non credo, ma il suo certificato di nascita non si trova.

Buon giorno Cesare De Carlo,le potrò sembrare un poco fantasioso ma ricorda al tempo della campagna di Obama quando gli sfuggì la frase in cui affermava che pregava Maometto (o una cosa simile non ricordo molto bene) e tutti, giornalisti, commentatori etc.a minimizzare!!!!Bene.E se questo presidente sia lì dove si trova proprio per facilitare la rivoluzione e l'insediamento e della cultura islamica?Troppe coincidenze .......quanto ha martellato e favorito l'acutizzarsi della crisi americana per il suo fine politico?quanto danno continua a produrre la sua politica...

salva e condividi

Egitto: le anime belle che non conoscono la storia...

Dott.De Carlo,la gente è preoccupata per la rivolta “democratica” in Egitto,che potrebbe ripercuotersi  contro la nostra economia e sicurezza, dall’esterno e all’interno.Infatti, Mubarak sta all’Egitto come Berlusconi sta all’Italia.Senza la loro guida “stabile”,in Egitto e in Italia si avrebbe oggi il caos,in quanto l’alternativa ad essi – in Egitto e qui - è ancora un’ammucchiata del “tutti contro tutti”, senza una strategia comune.Le analisi sulla rivolta islamica fatte da Edward Luttwak, da Cesare De Carlo, Magdali Allam e Souad Sbai sono...

salva e condividi

Il comunismo e i suoi cento milioni di morti: la storia non si può dimenticare.

Gentile Dottor De Carlo,mi riferisco al Suo articolo, pubblicato su “La Nazione” il 29 dicembre u.s.,dal titolo (perentorio) “Aberrazioni UE – Se i crimini di Stalin valgono meno di quelli di Hitler”.Il Suo testo mi ha ricordato un’antica barzelletta.Passo a raccontargliela, sperando gradisca.Un camionista sta percorrendo una autostrada.Radio accesa che, d’un tratto, interrompe le trasmissioni per annunciare: “Attenzione, attenzione.Un autotreno con rimorchio guidato da un pazzo ha imboccato l’autostrada XY in senso...

salva e condividi

Il nemico non è Marchionne. E' la Cina. La Fiom vada laggiù a organizzare scioperi.

Dott.De Carlo buonasera,leggo ora con piacere il suo articolo "la Cina può ricattarci..." sul Carlino di oggi, che peraltro acquisto tutti i giorni, e Le dico: bravo e complimenti!!!Finalmente un articolo sui "media" che punta il dito sulla vera causa della crisi mondiale e sull'incerto futuro di tutti noi: la CINA!Lo dico già da tempo in tutte le salse e ad ogni occasione di discussione, purtroppo riscontro che tanti non mi credono...

 

salva e condividi

Meglio nessuna riforma di una cattiva riforma: ecco il perchè del no a Obama

Dott.De Carlo,nella pagina "Idee e opinioni" lei sembra stupirsi perchè qualcuno, in Italia, si stupisce (mi scuso per il giro di parole) per il fatto che i repubblicani, negli Stati Uniti, vogliono cancellare la riforma sanitaria "socialista" (nientemeno!) di Obama, l'inquilino della Casa Bianca che il "Great Old Party" (GOP) detesta.Una riforma (sostanzialmente modesta, in verità, ma infinitamente meglio di niente) che, pensate lo scandalo,farà aumentare i costi del bilancio federale,spostando un po' di risorse a favore dei più deboli...

salva e condividi

Non stupiamoci del no brasiliano su Battisti: si tratta pur sempre di compagni di fede.

Dott.De Carlo,tutti si chiedono perchè il governo brasiliano non conceda l’estradizione di un assassino e ladrone camuffato da proletario armato per il comunismo.Pur sempre nelle giuste e sante battaglie sono stati presenti criminali, ladroni e assassini.Nella stessa Resistenza pascolavano tipi del genere.Se non viene data l’estradizione è perché esiste tra i governanti brasiliani e il criminale,assassino e ladrone italiano una comune “affinità” per una comune “realtà”. E quindi “comprensione”...

 

salva e condividi

Ancora su Hitler e Stalin, i due mostri europei del ventesimo secolo.

Gentile Sig.De Carlo,volevo manifestarLe tutto il mio apprezzamento per quanto ha scritto nell'articolo del 29/12,che contiene concetti che mi "girano" giornalmente per la testa e sono felice che "qualcuno" nel mondo della carta stampata trovi tempo e coraggio per esprimerli.Vorrei solo aggiungere che se non fosse stato per il caos creato in tutta Europa,per il tentativo di esportazione della rivoluzione bolscevica (e di cui oggi si conoscono ampi particolari, basta volerli guardare) a nessuno sarebbe passato per la mente di dare credito e sbocco ad un Mussolini...

salva e condividi

Troppi i debiti di Obama: impero in declino

Dott.De Carlo,ho letto che la signora Rodham Clinton ha dichiarato:''come puoi negoziare duramente con il tuo banchiere?''Si riferisce ovviamente alla Cina che detiene una grandssima quota di debito pubblico americano.A me sembra una preoccupazione inutile poiché,da che il mondo è mondo,le preoccupazioni devono essere del creditore poiché il debitore ha sempre l'arma carica puntata e può dichiarare default e smettere di pagare.C'era un buffo soggetto dalle mie parti che aveva una moglie...

salva e condividi

E per il 2011 una bella confederazione con il confine agli Appennini!

Dr.De Carlo,oggi ho letto su un quotidiano nazionale che Berlusconi, per la prima volta il 21 dicembre e riconfermandolo successivamente, ha detto che sarebbe sua intenzione di non ricandidarsi alla carica di Presidente del Consiglio alle prossime elezioni.Si riserverebbe pero’ di indicare un giovane componente del suo attuale governo come suo successore, rimanendo lui leader del partito.Lui pero’ si riferiva alle elezioni del 2013, certo di durare fino alla fine della legislatura.E se invece si dovesse andare a votare prima, magari fra pochi mesi?Fossi in lui romperei gli indugi...

salva e condividi
Syndicate content