• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Guerra civile e patriottismo: l'esempio americano.

Gent.mo signor DE CARLO dott. Cesare,il 12 di aprile si sono svolte negli ex Stati confederati alcune cerimonie per commemorare il 150° anniversario dell’inizio della guerra di secessione, con il cannoneggiamente di Fort Sumter.Vista la vicinanza della nostra festa nazionale del 150° dell’unità nazionale,Le chiedo:ma anche negli USA chi ha delle nostalgie per avventure finite male, è messo all’indice e considerato becero revisionista, come succede da noi?..

 

salva e condividi

Ma insomma Obama dov'è nato?

Caro De Carlo,ho letto il suo commento sulle responsabilità, dovrei dire irresponsabilità, di Obama nel pasticcio della Libia.Una guerra stupida.Mi dà la nausea dover subire giornalmente la certezza che "i grandi geni" a capo delle varie politiche ci credono tutti scemi!!Ancora una volta confermano che del mondo, del popolo, della umanità non gliene importa un "fico secco".Sono solo gli interessi di pochi che maneggiano i soliti idioti al loro servizio!!Ho letto anche l’altro suo commento sulla presunta, possibile candidatura di Donald Trump...

salva e condividi

Le assurdità della dottrina Obama

Egregio Signor De Carlo,Le scrivo per esprimerLe il mio disappunto nel constatare che in tutti i Suoi articoli Lei si accanisce sempre contro il Presidente Obama, qualsiasi cosa egli faccia,dica o pensi.Non potrà negare che il Presidente Obama ha cercato sin dall'inizio di dialogare con i vari paesi,sino ad allora trattati con arroganza e disprezzo dal Presidente Bush, tant'è vero che gli americani a quei tempi erano quasi odiati.Sicuramente Obama avrà  fatto degli errori...

 

salva e condividi

Il masochismo della nostra politica estera

Egr.Dr.De Carlo,ho letto la sua analisi "con sprezzo del ridicolo" pubblicata oggi a pag. 8 del Resto del Carlino e condivido pienamente quanto da Lei riportato.Ma come, proprio ora che si apprende che fra i ribelli ci sono terroristi che l'America non bombarderà più, che le presunte angherie e torture al popolo da parte di Gheddafi forse non sono vere.Frattini accoglie il rappresentante degli insorti riconoscendo questi come i legittimi titolari della sovranità della Libia.Ma è impazzito?...

 

salva e condividi

La candidatura di Bernardini a Bologna rappresenta la sconfitta delle nomenklature di destra e di sinistra

Caro Dott.De Carlo,e così per Bologna sembra fatta.Con buona pace del senatore Berselli (a meno di imprevisti colpi di coda) il candidato a sindaco del centrodestra sarà il leghista Bernardini.Personalmente sono contento e con me lo sono,almeno a parole,molti amici e conoscenti.Se non altro il ragazzo si presenta come una vera rottura con il passato,e questo è già molto.Lo stesso,a mio parere,non si può dire dei vecchi tromboni (Berselli o Garagnani) o dei vecchi-nuovi (Corticelli) o dei finti nuovi (Aldrovandi)...

salva e condividi

La guerra di Libia: una sporca faccenda

Egregio Dott. De Carlo,ho letto con molta attenzione e interesse il suo "Commento" sul Carlino di stamane riguardo la sporca faccenda della Libia. Pochi hanno il coraggio di mettere in evidenza le prepotenti e assassine assurdità di questa storia e Lei è uno di questi.Le segnalo una cosa che potrebbe spiegare bene il cieco accanimento nei confronti del Colonnello e spiegare bene chi ha forse fomentato e armato...

 

salva e condividi

Rimpatrio pagato o rimpatrio assistito? Ma per favore pensiamo ai nostri disoccupati!

Ricevo da Corridonia (Macerata) la seguente lettera:’’Ieri mattina,nei bar cittadini,rappresentanti di commercio che viaggiano a vuoto cercando commesse,capifabbrica e artigiani tremebondi,operai licenziati o nell’incubo che si materializzi la chiusura della loro fabbrica e pensionati da 500 euro mensili hanno letto sul “Carlino” che il ministro Frattini avrebbe proposto di dare 2.500 euro ai clandestini disposti a ritornare in patria.Questa mattina,sempre sul “Carlino”...

salva e condividi

Quando una guerra di sinistra viene condotta da governi di destra...

Egregio Dottor De Carlo,la cosa che mi fa più rabbia è passare per pacifista,non perchè non ami la pace (e chi non la ama?) ma perchè detesto la categoria dei pacifisti che sono gli stessi che sino a quando c’era l’Unione Sovietica andavano strombazzando che Mosca voleva la pace e tutti gli altri la guerra,al punto – lo ricorderà, spero – da invocare il disarmo unilaterale dell’occidente.Ebbene non ho mai voluto avere niente a che fare con questa gente faziosa e ignorante,che sventola le bandiere arcobaleno senza sapere che sono le bandiere dell’orgoglio gay...

 

salva e condividi

Selezionare gli insegnanti per migliorare la scuola. Una proposta...

Gent/le dottDe Carlo,ho letto recentemente il suo articolo“Insegni male?Ti licenzio”,pubblicato da “Il Resto del Carlino” del 10/3/2011,che ha destato in me vivo interesse in quanto insegnante,ma in particolare come persona che da tempo riflette su come rendere effettivamente migliore la nostra scuola.Intendo subito precisareche l’ultimo dei miei pensieri è quello di difendere d’ufficio i docenti che fanno male il loro lavoro.Solo, mi pare che i rimedi da adottare dovrebbero essere ben calibrati...

salva e condividi

Libia: siamo in guerra ma poco poco, tanto per gradire...

Dott.De Carlo,sulla Libia la penso esattamente come lei. Ma pur d’accordo non riesco a condividere il suo distacco.Lei è serenamente critico.Io sono proprio incazzato,scusi la volgarità.Lo sono non solo con il  presidente americano Obama,pacifista pentito,che crede talmente tanto alla guerra che se ne sta in Brasile,passera’ in Cile e poi,fondamentale per l’esito della strategia guerresca,andra’ in San Salvador (credo), ma anche con il Berlusca.Ma cosa gli viene in mente?...

 

salva e condividi
Syndicate content