• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Ranieri

In questo momento sparare su Claudio Ranieri è come sparare sulla Croce Rossa. E la Juve, anche per bocca del nipotino dell’Avvocato, anche per bocca di John Elkann, cosa fa?

salva e condividi

Agroppi: è Mourinho il brocco della settimana

E’ Mourinho il più brocco dei cinque brocchi della settimana scelti da Agroppi per Quotidiano.net. L’Aldo senza peli sulla lingua, il maledetto toscano che è capace di criticare perfino se stesso, oltre a Special One, mette dietro la lavagna anche Collina, Spalletti, Banti e Bocchetti. Vediamo perché.

salva e condividi

Perchè Ibra lascerà l'Inter e l'Italia

Ibra lascerà l’Inter e l’Italia. Questa è la mia convinzione, nonostante le smentite che arrivano da molte parti, in primis da Mourinho. Se ne andrà all’estero, il fuoriclasse svedese, perché vuole vincere quella Champions che all’Inter non vincono da mezzo secolo (!) e perché vuole vincere anche ‘Il pallone d’oro’. E perché infine nel Belpaese non si sente considerato e amato quanto vorrebbe.

salva e condividi

Conte arriva a giugno e va bene. Ma andrebbero licenziati Blanc e Cobolli Gigli, non Ranieri

A giugno sulla panchina della Juve ci sarà Antonio Conte, enfant prodige dei tecnici nostrani. Ma prima ancora di dare il benservito a Claudio Ranieri, che ha colpe minime, licenzierei Blanc e Cobolli Gigli che di calcio sanno veramente pochino, quasi niente. La dimostrazione?

salva e condividi

E' Frey il più brocco dei 5 brocchi di Agroppi

E’ Sebastian Frey, che ha spalancato la porta all’Udinese, il più brocco dei cinque brocchi di Agroppi. L’arguto piombinese senza peli sulla lingua che è un cocktail, quasi sempre gustoso, di competenza, di ironia e di coraggio, mette dietro la lavagna anche Camolese, l’arbitro Mazzoleni, i tifosi juventini che hanno offeso Balotelli e Gasperini.

salva e condividi

Buffon, Ibra e Kakà: ecco il futuro dei signori cento milioni

Ma dove saranno il prossimo anno i signori cento milioni, ovvero BUFFON, IBRAHIMOVIC e KAKA’, ovvero le stelle delle stelle Juve, Inter e Milan? Già, dove saranno coloro che stimolano gli incontrollabili appetiti delle big d’Europa?

salva e condividi

Berlusconi e il terremoto: l'ennesima lezione a chi sa fare solo chiacchiere

Silvio Berlusconi era arrivato al Milan da qualche mese e Gianni Brera, leghista ante litteram ma soprattutto giornalista fuoriclasse, scriveva di lui: ‘Sono lusingato che un uomo così geniale sia nato dalle mie parti…’. Queste belle parole mi sono venute in mente leggendo e condividendo in pieno i giudizi del direttore Jacobelli su Berlusconi in mezzo ai terremotati.

salva e condividi

Il calcio italiano piange: fra le prime sei è felice solo il Genoa

Il calcio italiano piange. Piange perché le prime sei in classifica (Inter, Juve, Milan, Genoa, Fiorentina e Roma) sono un po’ tristi, fatta eccezione per la brillantissima squadra di Gasperini. Perfino la capolista Inter, risultati e gioco alla mano, non ha motivi per darsi alla pazza gioia. Onde evitare equivoci ecco una breve analisi del sestetto di cui sopra.

salva e condividi

Scudetto, Champions, quarto posto, coppa Italia e salvezza: Ciccio Graziani fa il mago

Facciamo un bel giro intorno al campionato e anche una puntatina in Europa con Ciccio Graziani. Il campione del mondo ci parla di scudetto e di quarto posto, di Champions e di coppa Italia, di salvezza e del suo amico Carlo Ancelotti. Insomma il panorama del nostro calcio visto e analizzato da chi se ne intende.

salva e condividi

Terremoto previsto? Ma è difficile convincere la gente a sfollare

Vittorio Feltri su Libero ha dedicato il suo editoriale al terremoto in Abruzzo e scrive fra l’altro: ‘Si dice: era noto da settimane il rischio di terremoti a L’Aquila e dintorni; e uno scienziato in particolare aveva lanciato l’allarme rimasto però inascoltato; peggio, lo studioso sarebbe stato denunciato perché turbava l’opinione pubblica. Se ciò è vero c’è da domandarsi chi abbia sbagliato così grossolanamente a fare spallucce.

salva e condividi
Syndicate content