• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Macchè Toro: è un asino che raglia e sbaglia

Macchè Toro. E’ un asino che raglia e sbaglia. Raglia in campo perché la squadra è di valore molto modesto. E sbaglia nel fine partita col Genoa che secondo i giocatori granata doveva permettere alla squadra di Camolese di vincere. Vi rendete conto?  Non basta: l’asino granata raglia e sbaglia ad accusare Chievo e Bologna di una presunta combine. Ma quale combine?

salva e condividi

Dida, Diana, Motta, i tifosi della curva del Milan, De Marco e Galliani i brocchi di Agroppi

E’ Dida il più brocco dei cinque brocchi di Aldo Agroppi. Il fustigatore di Piombino è impietoso e spiega a Quotidiano.net che è stato il portiere del Milan a spalancare alla Roma le porte del successo di San Siro. Gli altri quattro brocchi sono Diana e Thiago Motta, la curva del Milan, l’arbitro De Marco e Galliani.

salva e condividi

INTERVISTA ESCLUSIVA Moggi: Inter e Milan comandano, la Juve sta a guardare

Di Calciopoli non vuole parlare (è un argomento fritto e rifritto) e tanto meno del processo di Napoli. Acqua in bocca e la speranza, se non la certezza, di essere assolto. E allora con Luciano Moggi facciamo un giro intorno al calcio giocato fermandoci soprattutto sulla Juve sulla cui classe dirigente va giù duro.

salva e condividi

Agroppi: Berlusconi, Collina, la Juve, De Laurentiis e Papi i brocchi della settimana

E’ Berlusconi il brocco della settimana. Il fustigatore Aldo Agroppi non ha perdonato al Presidente del Consiglio gli attacchi in pubblico a Carletto Ancelotti. Gli altri quattro brocchi sono Collina, la Juve squadra, il presidente De Laurentiis e Papi, il guardalinee di Bologna-Lecce. Lasciamogli la parola in modo che ci spieghi le sue scelte.

salva e condividi

Ancelotti ha ragione, Berlusconi no

Berlusconi che attacca Ancelotti mi fa cascare le braccia. E mi mette di cattivo umore. Cosa poteva fare di più il povero allenatore del Milan con rinforzi (!) che si chiamano Ronaldinho (quasi un ex), Shevchenko (un ex) e Senderos (quasi un bidone).

salva e condividi

Agroppi: è Zenga il più brocco della settimana

E’ Walter Zenga il primo brocco dei cinque brocchi della settimana di Aldo Agroppi. L’implacabile fustigatore di Piombino ha messo in testa l’allenatore del Catania sconfitto dalla Fiorentina mentre gli altri brocchi sono l’arbitro Morganti, Felipe Melo, i tifosi del Chievo e, a pari merito, Totti e Conti, il figlio di Bruno.

salva e condividi

Come sarebbero diverse la Juve di Conte, Gasperini e Spalletti

Parliamo della Juve del futuro perché è l’unica società italiana che, acquistando Cannavaro e Diego, si è buttata nel mercato a capofitto. Salvo miracoli, peraltro improbabili, Claudio Ranieri non sarà confermato alla guida della Juve (e a me spiace perché è stato colpevolizzato molto più di quanto meritasse) e i candidati alla successione sono, in rigoroso ordine alfabetico, Antonio Conte, Gian Piero Gasperini e Luciano Spalletti.

salva e condividi

Perchè voto Silvio e non Veronica

Voto per Silvio Berlusconi e non per Veronica Lario. Voto per il Berlusca perché è più facile che commetta gaffes che peccati. Voto per il Berlusca perché mi è comunque più simpatico di una donna intelligente ma anche ambigua. Soprattutto voto per il Berlusca per tre motivi tre.

salva e condividi

Agroppi: Farina e i dirigenti della Juve i più brocchi della settimana

L’arbitro Farina guida il gruppo dei brocchi di Aldo Agroppi. E’ l’arbitro di Fiorentina-Torino il peggiore della settimana secondo l’arguto, implacabile e competente fustigatore di Piombino. Vediamo perché e vediamo anche chi sono gli altri quattro brocchi.

salva e condividi

Le porte aperte del Coni, la marcia indietro di Lippi e la bocca della verità di Buffon

La Juve sbaglia a fare ricorso per i vergognosi cori razzisti indirizzati a Balotelli, sbaglia ancor di più l’alta corte del Coni a riaprire le porte dell’Olimpico, sbaglia Lippi a fare marcia indietro a scoppio ritardato dicendo che alla Juve non tornerà, non sbaglia Gigi Buffon quando sottolinea che Ranieri non ha avuto una super squadra come Lippi e Capello.

salva e condividi
Syndicate content