• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Moggi: se Moratti non inventa un'altra Calciopoli l'Inter rivincerà lo scudetto fra vent'anni

Pubblicato da Mario D Ascoli Lun, 17/10/2011 - 13:37

Infierire su chi è in disgrazia non è di buon gusto, lo so bene. Però nel vedere l’Inter penultima in classifica, cosa che non accadeva dal lontano 1931, non posso fare a meno di ricordare quanto scrisse Luciano Moggi su ‘Libero’ una ventina di giorni fa. Scrisse questa frase al cianuro: ‘Se Moratti non inventa un’altra Calciopoli il prossimo scudetto lo vincerà fra vent’anni’. Premesso che non sono per la Juve ma sono soltanto un giornalista che guarda, osserva e giudica, vorrei ricordare ai distratti che il pm Palazzi, con colpevole ritardo e grazie ad intercettazioni scoperte da altri e non da lui, ammise che l’Inter si era comportata molto male, avendo violato anche l’articolo 6. Un reato grave (che risale alle famose telefonate del povero Facchetti al designatore Bergamo) che, nel frattempo, era però caduto in prescrizione. Palazzi aggiunse anche che sarebbe stata cosa buona se Moratti avesse rinunciato alla prescrizione. Il presidente dell’Inter a tutto pensò meno che a quella rinuncia. E allora si scatenarono prima Andrea Agnelli, annunciando che avrebbe fatto ricorso in tutte le sedi per riavere indietro gli scudetti 2004-2005 e 2005-2006, e poi il patron della Fiorentina Diego della Valle. Sia Agnelli che Della Valle sostenevano e sostengono una cosa: la giustizia sportiva, su Calciopoli, ha usato due pesi e due misure. Dar loro torto è difficile, se non impossibile. Sta di fatto che nel frattempo l’Inter è precipitata al penultimo posto in classifica per vari motivi: ha una squadra appagata e un po’ vecchia, ha cambiato quattro allenatori in un anno, non c’è più Mourinho a tenere in piedi una traballante baracca. Succede poi che il presidente dell’Inter parli un giorno sì e l’altro pure aggiungendo confusione a confusione. Insomma sembra tornato il Moratti che cedeva sotto costo Pirlo e Seedorf al Milan, che cedeva Roberto Carlos per Centofanti, insomma che spendeva più di tutti e più di tutti sbagliava. Che poi ogni tanto gli arbitri lo danneggiassero è vero ma è anche vero che le squadre migliori degli ultimi trent’anni erano quasi sempre Milan e Juve. Per questo, soprattutto per questo vincevano.Ritorno a Moggi. Quando dice se ‘Moratti non inventa un’altra Calciopoli’ non ha torto perché le intercettazioni del 2006 sono opera della Telecom di cui era presidente Tronchetti Provera che era, ma guarda un po’, anche vice presidente nerazzurro. E allora sono state date in pasto ai magistrati e all’opinione pubblica soprattutto le telefonate che facevano comodo all’Inter. Come vi ho già detto chiedere, per credere, ad Andrea Agnelli e a Diego Della Valle.Vien quasi da pensare che l’Inter, con questo ignobile, penultimo posto in classifica, stia scontando i suoi peccati. Magari non vincerà lo scudetto fra vent’anni, come dice Moggi, ma di sicuro passerà molto tempo. Moratti sembra ormai prigioniero dei suoi difetti e delle sue colpe. Purtroppo, sì.

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.