• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

Ultimi blog aggiornati

Govero Monti: lezioni di economia?

Pubblicato da caotino Lun, 05/12/2011 - 00:24

Se fossi appena uscito da Ca'Foscari (i bocconiani sono allievi e figli di Ca' Foscari dato che Besta e Zappa erano cafoscarini) direi: bravi professori! Parlate come libri stampati, si vede che avete studiato bene, e vi siete formati con ottimi voti. Conoscete le teorie economiche alla perfezione, e ora volete metterle finalmente in pratica: il sogno di una vita trascorsa dietro una cattedra! Rimarrà purtroppo un sogno. La realtà è un'altra cosa.

 Oltretutto sono le stesse teorie economiche da riscrivere, come gran parte dei testi di economia. Lo dimostra il fallimento negli anni dei modelli macro come quelli econometrici, il fallimento delle borse valori, il fallimento del sistema capitalistico stesso nel mondo intero.

 I libri di economia, così come sono, non portano e non porteranno da nessuna parte. In essi a volte si parla pure di etica, ma con debole forza (figurarsi poi quanto di questo si traduce in pratica). In essi sempre prevale la massimizzazione del profitto ed il Dio denaro.

 In essi mai si parla d'amore e della buona novella.

Il risultato è sotto gli occhi di tutti: degrado sociale, mancanza di valori e punti di riferimento, secolarismo, relativismo, svilimento di etica e morale, esasperazione di egoismo, orgoglio, arrivismo, concorrenza, ricerca del prestigio, della rendita, del successo e del potere.

E tutto ciò che è sotto gli occhi di tutti è frutto di modelli economici che solo ora ci si accorge (per i pochi che usano gli occhi per vedere) hanno portato al NULLA; nascondendosi dietro l'ipocrisia del progresso, dello sviluppo e della crescita.

Il progresso materiale che cos'è mai se non accompagnato dall'evoluzione e crescita spirituale, sia a livello di singoli che di collettività (famiglie, gruppi, popoli)?

In pochi mesi è impossibile pensare o anche solo sperare di ribaltare un circolo vizioso che dura da decenni, e che pare ormai irreversibile, specie se si affronta con i medesimi modelli tratti da libri obsoleti.

Fino a quando non si riscriveranno tali libri, mettendo al centro la buona novella, e magari anche innovativi contributi purtroppo trascurati ed ignorati come quelli offerti dal caos deterministico, è inutile davvero creare speranze-illusioni di un futuro migliore.

blog di caotino |

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.