• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Monti illustra la manovra. Incredibile: non dice neanche una barzelletta e Raiuno trasmette "I soliti ignoti"

Pubblicato da Sandro Bugialli Lun, 05/12/2011 - 00:50

Domani è un altro giorno e anche la manovra lacrime e sangue illustrata poche ore fa dal premier Monti e da alcuni dei suoi ministri, ad una più attenta lettura sarà delineata in tutti i suoi contorni.

Sul momento posso solo dire di essere rimasto impressionato dall'esposizione fornita da Monti di quello che ha definito il decreto "Salva Italia", dalle parole dei ministri Fornero, Passera, Giarda, del viceministro all'economia Grilli. Gente che, a differenza dei governanti che hanno mandato indietro (non avanti) l'Italia fino a pochi giorni fa, hanno trasmesso a tutti la certezza di sapere di cosa parlavano. Gente con idee chiare, un linguaggio forbito, educato, deciso. Gente che dice chiaramente che il momento che sta vivendo l'Italia è catastrofico e che occorrono misure drastiche per uscire da questa crisi che addirittura potrebbe far saltare l'intera Europa.

Gente come il ministro Elsa Fornero che si commuove al pensiero di milioni di pensionati che nelle prossime "buste paga" non troveranno l'adeguamento dovuto al costo della vita. Gente, come Monti, che annuncia di rinunciare allo stipendio di presidente del Consiglio e ministro dell'economia. Gente che conosce i condizionali e perfino i congiuntivi.

Gente che in due ore di conferenza stampa non racconta neanche una barzelletta sporca, che non parla di eleganti cene e eleganti bunga bunga, che non mostra diti medi, non fa pernacchie e non dice (come è successo anche oggi) che i giornalisti sono tutti degli ... (lasciamo il seguito all'ex, per fortuna, ministro Calderoli).

Monti, Fornero e compagnia bella: personaggi che trasmettono fiducia anche se il loro compito è dei più ingrati: tentare di salvare l'Italia dal baratro in cui l'ha fatta precipitare l'insipienza del precedente governo.

Parleremo nei prossimi post anche delle cose che, secondo vari pareri, non vanno (o potrebbero essere migliorate) della manovra che ci è stata presentata stasera all'ora di cena. Diciamo per ora che, pur se l'argomento era drammatico, sgradevole e indigesto, è stato piacevole frequentare per un po' persone preparate, intelligenti e sensibili.

 

Ps. Ho seguito tutta la conferenza stampa del prof. Monti e dei suoi collaboratori in diretta su La7, l'unica rete del panorama italiano che fa davvero servizio pubblico. Mentre Monti parlava e illustrava i provvedimenti che condizioneranno le nostre vite per qualche anno, su Raiuno (la cosiddetta ammiraglia) andava in onda il gioco "I soliti ignoti".

Non c'è che dire, un bel servizio pubblico per gli italiani. E se i soliti ignoti fossero davvero gli attuali dirigenti della Rai? 

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.