• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

E la lotta all'evasione? "Non è finita qui, siamo solo all'inizio". Aspettiamo e fidiamoci del prof.Monti

Pubblicato da Sandro Bugialli Lun, 05/12/2011 - 19:52

Non occorre scomodare Nostradamus per indovinare che a milioni di italiani onesti (quelli che hanno pagato e pagano sempre le tasse fino all'ultimo centesimo) sarebbe piaciuta da pazzi una manovra economica lacrime e sangue anche per gli evasori fiscali. Quelli che si vantano di non aver mai fatto una dichiarazione dei redditti e scorrazzano in Porsche, quelli che vanno in vacanza quattro volte l'anno e poi chiedono aiuto al Comune per l'asilo del più piccolo, quelli che quando vanno a comprare una medicina pagano meno di un pensionato, quelli che pensano di essere tanto furbi, quelli che pensano che i cittadini che pagano le tasse siano tutti scemi.

Eh sì, sarebbe piaciuto a tutti gli onesti se il professor Monti, illustrando la manovra si fosse lasciato scappare la minaccia di un carcere per l'evasore, la confisca di un Suv o di una superbarca intestate a società fittizie. Sarebbe bastata, solo per intimorire un po' gli evasori, solo per far sì che non dormissero sonni tranquilli nella paura di essere sputacchiati dai vicini, almeno la promessa-minaccia di permettere la pubblicazione on line o sui giornali della dichiarazione dei redditi di tutti (come si faceva una volta, prima che una inspiegabile e misericordiosa privacy venisse in soccorso di queste piaghe della società civile).

Niente di tutto questo. O sì: qualcosina è stato anticipato, tipo il superbollo per auto di lusso (speriamo solo di lusso) o l'aumento degli affitti dei posti barca. Ma queste sono inezie rispetto ai 120 miliardi di euro (qualcuno dice addirittura 150) che vengono evasi ogni anno. E che, se recuperati, permetterebbero a tutti di vivere sereni e tranquilli.

Così, sempre senza disturbare Nostradamus, molti avrebbero apprezzato maggiormente il professor Monti se avessero ascoltato da lui parole tipo: futuro dimezzamento del numero dei parlamentari, dimezzamento dello stipendio degli stessi, abolizione di tutti i privilegi, auto blu solo per le dieci cariche più importanti dello Stato, conferimento delle stesse auto in sovrannumero, cioè ottantamila, (con relativi litri di benzina per farle andare) a polizia, carabinieri e guardia di finanza nel tentativo di rendere più sicuro e equo questo disastrato Paese.

Anche nei confronti dei costi della politica qualcosina il professor Monti ha anticipato (il ridimensionamento delle Province) ma pure in questo caso si è trattato di inezie rispetto al gigantesco problema.

Allora, si chiederà qualcuno, già finita l'iniziale simpatia nei confronti dell'operato del professore della Bocconi? No, assolutamente. Milioni di italiani, come me, hanno fiducia in quel che faranno il professor Monti e la sua squadra per tirare fuori l'Italia dai guai in cui è finita per l'indifferenza del precedente governo.

Lasciamolo assestare, lasciamo che Camera e Senato approvino la sua imponente manovra e fidiamoci di quella frasetta che il professor Monti ha detto ieri fra un grande annuncio e l'altro: "Non è finita qui, siamo solo all'inizio".

E di certo il "seguito" non potrà avere nel mirino prime case, pensioni, pensionati o lavoratori dipendenti. 

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.