• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Cattivi pensieri / Le incredibili (e alquanto sospette) amnesie di Angelino Alfano

Pubblicato da Sandro Bugialli Sab, 03/12/2011 - 19:43

"Il tema principale per le misure di crescita ed austerità è stare bene attenti che non paghino sempre gli stessi. Non può pagare chi ha sempre pagato".

E ancora: "La nostra principale raccomandazione al governo è stata quella di prevedere equità, con sacrifici parametrati sulle necessità dei singoli contribuenti. Crediamo inoltre che la famiglia debba avere un ruolo centrale, non si può non tenere conto del valore della famiglia".

E infine: "Le misure severe di oggi sono fatte per non far stare peggio l'Italia domani".

Voi, cari lettori, non ci crederete: ma sapete chi ha detto questo parole al termine dell'incontro col premier Monti in vista del varo della manovra lacrime e sangue che avverrà lunedi?

O conoscete già il propalatore di queste raccomandazioni perché lo avete appreso da qualche tg o lo avete letto on line, oppure, se si facesse un sondaggio, difficilmente potreste riuscire ad indovinare.

Su, non facciamola troppo lunga: il sommo interprete di queste parole è niente meno che Angelino Alfano. Sì, proprio lui, il segretario del Pdl, l'ex ministro della giustizia del governo Berlusconi, sì lui, quello che propose un lodo che porta il suo nome, quello che è stato (ed è tuttora) il delfino del Cavaliere.

Con che coraggio Angelino Alfano può fare le raccomandazioni di cui sopra dopo che per anni il governo di cui era ministro non ha fatto assolutamente niente per non far pagare sempre gli stessi, per distribuire con equità i sacrifici? E che cosa ha fatto il governo Berlusconi, di cui Alfano faceva parte, per andare incontro alle difficoltà delle famiglie?

I casi sono due: o Alfano spera che la gente (quella stessa gente che ha praticamente portato Berlusconi alle dimissioni) si sia già dimenticata del passato (ma Internet implacabile è qui a ricordare tutto per filo e per segno) oppure è stato lui ad essere colpito da improvvisa amnesia. E raccomanda al professor Monti ciò che in tutti questi anni passati avrebbe dovuto fare il suo datore di lavoro. 

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.