• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Sanremo, davvero uno scandalo?

Pubblicato da Andrea Brusa Lun, 24/03/2008 - 15:35

Si era gridato allo scandalo: 'Brutte canzoni a Sanremo'. E poi quei dati Auditel letteralmente crollati. E ancora, il processo a un festival che gli italiani non amano più e l'idea, non solo accarezzata, di mettere la parola fine a un carrozzone impaludato nel fango di una Rai alla ricerca di una nuova identità. Poi, però, come ogni anno, si scopre che la compilation di Sanremo è il secondo disco più venduto in Italia (davanti c'è solo Jovanotti, seguono Cammariere e Grignani, anche loro sul palco dell'Ariston), che in radio i brani più trasmessi sono quelli sanremesi, che il popolo di Internet scarica Gazzè, Tricarico e Tiromancino. E allora? E allora, non era poi così tutto sbagliato. Piuttosto, crediamo, bisognerebbe semplicemente rivedere la formula: abbandonare quella sacralità oggi anacronistica che impone brani blindati prima delle esibizioni all'Ariston e dare la possibilità al pubblico di affezionarsi, magari un mese prima, alle canzoni che poi ascolteranno durante il festival. Perché, si sa, anche le canzoni hanno bisogno del loro tempo per essere metabolizzate. Un'ultima annotazione: non sarebbe questo un modo per evitare che 'Vita spericolata' di Vasco Rossi o 'Donne' di Zucchero finiscano nei bassifondi della classifica per diventare poi colonne portanti della musica italiana?

|
salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.