• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Che bello se Della Valle coi suoi manifesti continuasse a scardinare la Casta

Non credo che la categoria degli industriali sia molto diversa da tutte le altre. Penso che tra gli industriali, così come tra gli avvocati, i giornalisti, i medici, gli impiegati, gli artigiani, ci siano l'onesto e il disonesto, la persona perbene e il bandito, chi rispetta la legge e chi non la rispetta, chi paga le tasse e l'evasore, l'idealista e l'avvoltoio... Penso questo e spero di non sbagliare.

salva e condividi

Clamoroso: la Casta si ricompatta tutta per respingere le critiche di Diego Della Valle

La cosa davvero clamorosa è questa: giornali e (vari) giornalisti da tempo chiedono una politica più seria, chiedono che la Casta sia meno Casta e più vicina alla gente, chiedono un alt agli sprechi, alle arroganze, alle prepotenze, alle inefficienze, alle improvvisazioni, alle furbate che spesso sbattono nel codice penale, chiedono ai nostri parlamentari, ai nostri governanti una maggiore serietà e un'etica un po' meno allegra e festaiola.

salva e condividi

La Casta deve vergognarsi e andare a casa: il clamoroso, accorato manifesto di Della Valle

Emma Marcegaglia non molla e continua imperterrita nella sua battaglia contro Berlusconi e il suo governo che sembrano paralizzati davanti ad una crisi come quella che stiamo vivendo. Ieri la presidente di Confindustria ha presentato una serie di proposte anticrisi da discutere con la maggioranza. Minacciando, in caso di mancato confronto, di interrompere ogni forma di collaborazione.  

salva e condividi

Berlusconi ha compiuto 75 anni e non ha fatto agli italiani il regalo più grande

Ieri, 29 settembre, seduto in quel caffè, io pensavo a quanto sarebbe stato bello se in occasione del suo settantacinquesimo compleanno, l’anziano premier avesse fatto un bel regalo agli italiani. A quegli italiani che in tutti questi anni a lui hanno regalato tanta fiducia, tanta credibilità, tanti voti, tanta maggioranza da poter fare quasi tutto ciò che voleva.

salva e condividi

Un altro pericoloso sovversivo contro Berlusconi e il berlusconismo: il cardinale Bagnasco

Volete scommettere che nella mente di Berlusconi, già affollata da troppi fantasmi, da stasera c'è un pericoloso sovversivo in più? Un sovversivo di sinistra, se non addirittura un "comunista", che tira a minare ulteriormente la sua credibilità agli occhi del mondo.

Chi è l'insospettabile sovversivo? Ma che diamine, il cardinale Bagnasco, il presidente della conferenza espiscopale, il numero uno dei vescovi italiani.

salva e condividi

Basta chiedere a Berlusconi "un passo indietro". Il Cavaliere per andarsene ha bisogno di una spinta

"Un passo indietro". Un mantra politico di tre parole semplici semplici, che da mesi e mesi sta ossessionando gli italiani di buona volontà.

"Un passo indietro" è quello che chiedono a Berlusconi milioni di italiani che non ne possono più della sua maniera di intendere la politica e la vita privata (che nel caso di un presidente del Consiglio diventa anche pubblica).

salva e condividi

Crisi: la Marcegaglia attacca di nuovo Berlusconi. C'è veramente da preoccuparsi

Bisogna dire che fa veramente impressione sentire tutti i giorni o quasi Emma Marcegaglia bacchettare duramente Berlusconi e il suo governo. La presidente di Confindustria (che notoriamente non è una pericolosa sovversiva) anche oggi a Firenze, intervenendo all'assemblea degli industriali fiorentini, è tornata sulla crisi e su questo governo che dà l'impressione di essere piuttosto flaccido nell'affrontarla.

salva e condividi

Il partito degli onesti salva Milanese dal carcere, in Borsa altro clamoroso crollo

Chi, dal voto della Camera sul caso Milanese, si aspettava uno scossone per il governo di Berlusconi, sarà rimasto deluso. Niente da fare. Il premier a tempo perso ce l'ha fatta ancora una volta a portare a casa il risultato: maggioranza risicata ma maggioranza. 312 parlamentari hanno votato contro l'arresto di Marco Milanese, deputato del Pdl, ex braccio destro del ministro Tremonti (che non era presente alla votazione) e 306 (305 più il voto di Enrico Letta che per un guasto non è stato conteggiato) hanno votato a favore dell'arresto.

salva e condividi

La guerriglia a Lampedusa è l'ennesimo simbolo del fallimento di Berlusconi

Il centro di accoglienza semidistrutto dall'incendio doloso di ieri, un migliaio di tunisini, sbarcati nei giorni scorsi, che si sono sparsi per tutta l'isola, cariche di polizia contro gli immigrati che non vogliono essere riportati in patria, guerriglia urbana a colpi di pietre fra isolani e magrebini, aggrediti un giornalista e un cameramen dagli abitanti del luogo che incolpano i media di tutto, il sindaco dell'isola barricato nel suo ufficio con una mazza da baseball a portata di mano dopo che stamani tre concittadini avevano tentato di aggredirlo

salva e condividi

Il governo Berlusconi? Declassato da tutti, anche dalla Marcegaglia

L'agenzia di rating Standard & Poor's declassa l'Italia (ma è tanto che l'Italia è moralmente declassata) e il presidente del Consiglio Berlusconi si arrabbia. Dice che le "valutazioni" dell'agenzia "appaiono viziate da considerazioni politiche più che dalla realtà dei fatti" e già che c'è attacca nuovamente i media attribuendo "ai retroscena dei giornali" la decisione presa da Standard & Poor's.

salva e condividi
Syndicate content