• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Sulla Luna col telefonino, piccolo passo per l'umanità

Ricordate Neil Armstrong? Era il 1969. Scese sulla luna e pronunciò la frase consegnata agli annali della storia: "Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un grande balzo per l’umanità". L’emozione stringeva lo stomaco. Il modulo Eagle come le caravelle, come la Nina, la Pinta e la Santa Maria, poveri mezzi di uomini precari e emozionati davanti alla muta solennità degli spazi incontaminati.

salva e condividi

Soldati di pace in una vera guerra

Il Mullah Omar aveva preannunciato un’offensiva d’inverno. Purtroppo è stato di parola. I talebani hanno rivendicato l’agguato mortale che ha falciato il maresciallo Giovanni Pezzulo, fulminandolo mentre “poneva sotto controllo la ricostruzione della società civile”. Il virgolettato è del presidente del consiglio Romano Prodi. Di sicuro il sottoufficiale era mille miglia lontano dal partecipare a una missione da Rambo, una “caccia attiva al talebano” come più o meno velatamente ci è stato chiesto più volte dagli americani nei mesi scorsi.

salva e condividi

in Iraq le donne-bomba di Al Qaida sono mentalmente disabili

Due donne suicide a Bagdad. “Mentalmente minorate”, ha detto il generale di brigata Qassim Al Mousawi. Il portavoce del ministero dell’interno, il maggior generale Abdul Kareem Al Ezzi, si avventurato in un dettaglio clamoroso: “Quella entrata al mercato Al Ghazil era affetta da sindrome di Down”. Sessantacinque morti nella capitale irachena, la contabilità di cadaveri più grave da molti mesi a questa parte. Da giugno le vittime erano calate del sessanta per cento. I testimoni non condividono le certezze degli alti gradi.

salva e condividi

i fragili successi americani in Iraq

I numeri sembrano chiari, netti, privi di sfumature. In settembre sono stati uccisi 884 civili iracheni. In agosto erano più del doppio, 1773. Dall’inizio del Ramadan gli attacchi sono diminuiti del 38 per cento rispetto allo scorso anno. In settembre le perdite americane, 63 soldati, sono state le più contenute dall’inizio del 2007. E’ un successo della strategia del surge” voluta dal generale David Petraeus, ossia dell’aumento di trentamila uomini suggerito al presidente Gorge Bush?

salva e condividi
Syndicate content