• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Misteri del Passante. Vai a Ovest? Beccati il treno più brutto...

Benvenuti a una nuova puntata della serie «i misteri del Passante». La puntata di oggi si incentra su due inquietanti domande.

salva e condividi

Ma chi ha sciupato così la stazione centrale di Milano?

La graziosa mademoiselle francese si aggira sperduta per la stazione Centrale allargando le braccia: «Né pas possible!» Non riesce a capire, poveretta, se un treno fermi a Lodi oppure no. Ha provato a chiedere a un ferroviere, i signori in borghese con il cappello in divisa, come diceva Totò: ma, sostiene lei, è stata liquidata con un’alzata di spalle. Guardi sul cartellone delle partenze, madame...suggeriamo. «Quale cartellone?» fa lei.

salva e condividi

E se i progettisti dell'Expo ridisegnassero anche le tangenziali?........

Un’Expo con vista, un orto planetario da coltivare, la poesia che vince sul gigantismo, i valori profondi dell’uomo contro le mirabolanti invenzioni di una Shanghai che forse stupirà il mondo con i suoi effetti speciali ma non lascerà emozioni nei nostri cuori. Bellissimo. Pensavo all’intelligenza di una Milano che apre così la grande corsa al 2015 mentre ero in coda nell’imbuto che dall’A4 porta sulla tangenziale Ovest oppure sul raccordo per Varese-Laghi.

salva e condividi

Il pollaio politico e una lettera bomba che nessuno ricorda più

Lui si chiama Andrea De Simone. E’ il figlio di Pietro, il dipendente delle Poste ferito sabato a Milano da un plico esplosivo indirizzato alla sede milanese della Lega Nord. «Mio padre dice di essere fiero di essere italiano, io non lo posso dire: io mi vergogno di esserlo, non sono per nulla orgoglioso di essere italiano. L’Italia fa schifo». E’ uno dei passaggi della lettera che ha inviato al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

salva e condividi

Se la Protezione Civile si perde in un bicchiere di petrolio

Sta a vedere che dopo i massaggi a Bertolaso non serva un bel massaggio rigenerante anche alla Protezione Civile lombarda. Si perché quanto è avvenuto sul Lambro è sconcertante. Di più: è roba da matti. Non solo perchè si apprende che in un ex raffineria qualunque "bischero", come si direbbe in Toscana, può aprire un rubinetto e rovesciare petrolio nel fiume, ma anche perché per una notte intera nessuno ha capito bene ne' che cosa stesse succedendo nè che cosa fare per non farlo succedere. 

salva e condividi

Macchè censurato, Avatar in Cina sta sbancando il botteghino

Un'agenzia informa: "Gli spettatori cinesi preferiscono Avatar al film su Confucio sponsorizzato dal governo. Malgrado le indicazioni in senso contrario delle autorità, diverse sale cinematografiche continuano a proiettare la pellicola di James Cameron, la cui vicenda ricorderebbe al pubblico cinese le tante famiglie costrette ad abbandonare le proprie case per piani di sviluppo voluti dal governo. Dall'inizio di gennaio, il film ha incassato 550 milioni di yuan (80,5 milioni di dollari), il più alto della storia in Cina".

salva e condividi

La Cina scopre il calcio. E prende lezioni dalla Fiorentina

Alè viola, alè Cina. Durera’ una settimana la seconda visita ufficiale a Chongqinq di una delegazione della Fiorentina guidata dall’Ad Sandro Mencucci. Che ci va a fare un dirigente viola in Cina? Che diamine, ad insegnare il calcio ai cinesi. O meglio, in questo caso, ad insegnare lo stile Fiorentina, un vero successo da esportazione.

salva e condividi

Obama in Cina, a prendere lezioni da Pechino. Che shock per gli americani

Larry Sabato è forse il politologo più celebre degli Stati Uniti, sicuramente il più citato. E la sua riflessione sul viaggio di Obama in Cina, fatta al Centro Studi americani di Roma dove ha partecipato ad un seminario sul primo anno di presidenza Obama e ben riportata da Adnkronos, è di quelle destinate a lasciare il segno e far riflettere sul ruolo ormai assunto dalla Cina sulla scena mondiale. «Per gli americani  - osserva Sabato -  è stato un vero e proprio shock vedere i cinesi salire in cattedra di fronte al presidente degli Stati Uniti». Ma tant'è.

salva e condividi

Ecco Piazza Italia, la vetrina dell'Expo di Shanghai

SHANGHAI – Jason Li, il direttore dei lavori, guarda compiaciuto la sua creatura e mostra con legittimo orgoglio l’anima d’acciaio del padiglione italiano al drappello di visitatori guidato dall’ambasciatore a Pechino, Riccardo Sessa. Siamo a Pudong, Shanghai, la città nella città, il grande cuore pulsante dell’Expo 2010. E davanti a noi c’è un nuovo piccolo miracolo italiano.

salva e condividi

Guangzhou: francesi annegati in un bicchiere di Mormoreto

Francesi stracciati, annegati in un Supertuscan. Italia batte Francia in una degustazione che ha coinvolto 26 fra giornalisti e sommelier cinesi su 4 vini, tutti dell’annata 2004, tra i migliori del mondo. Era un confronto cieco, al palato. E il trionfatore è stato il Mormoreto 2004 Marchesi de’ Frescobaldi, eletto vino ‘Top fra i Top’, con 154 punti, davanti a Chateau Haut-Brion (146), lo Chateau Ducru Beaucaillou (146) e i 141 al Carruades de Lafite.

salva e condividi
Syndicate content