• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Il treno non parte, nessuno offre spiegazioni ai fastidiosi passeggeri. Non è un paese per pendolari

Stazione centrale di Milano, ore 20,25, binario 4. Il treno regionale "veloce" per Torino - e quindi per Rho e Magenta, e quindi un treno di pendolari - non è ancora partito.

salva e condividi

"Unexpected Milan", hai visto mai che si riescano a difendere anche i diritti di Israele?

Spostare la manifestazione 'Unexpected Israel' prevista dal 13 giugno in piazza Duomo a Milano? "Sarebbe un grave vulnus perche' questa e' un'iniziativa istituzionale decisa da tempo. Il popolo di Israele e il paese di Israele ha tutto il diritto di poter svolgere in pace, in tranquillita', una manifestazione in cui far conoscere ai cittadini lombardi, alle imprese lombarde le positivita' di quanto possa comportare i destini d'Israele o incrementare i rapporti tra Italia e Israele".

salva e condividi

Preso Mladic, l'hanno coperto finora. L'Europa non dimentichi di dire grazie all'ex procuratore Del Ponte

Come aveva ragione Carla Del Ponte, quando da procuratore del Tribunale Internazionale dell'Aja per la ex Yugoslavia, si infuriava contro chi copriva i criminali di guerra serbi considerandoli eroi da proteggere.  Macellai come Ratko Mladic, l'inafferrabile boia di Srebrenica.

salva e condividi

Mai dare per scontato un elettore...

"Il sondaggio ci conferma che a Milano vinceremo al primo turno. Il centrodestra è al 52 per cento". Maurizio Lupi, vicepresidente della Camera, 1° febbraio

"A Milano vinceremo al primo turno" Silvio Berlusconi, Palasharp, 7 maggio

salva e condividi

"Fukushima è anche colpa mia". E il premier giapponese si taglia lo stipendio. Chapeau

Uno cerca di ricordare, di farseli venire in mente i politici italiani noti per aver compiuto nobili sacrifici, assunzioni di piena responsabilità, rinunce a poltrone prestigiose in nome del rispetto di chi li ha votati.  Uno ci prova  ma non ti viene in mente nulla di clamoroso, forse perché in Italia certi episodi non fanno abbastanza notizia, o peggio vengono guardati con sospetto. 

salva e condividi

Ora l'America ringrazia anche Bush. Com'è lontana Roma da Washington...

C'è un'immagine che mi ha colpito molto in questa storia di Bin Laden. No, non è la foto del cadavere che grazie a Dio Obama ha deciso di non dare in pasto alle tv: non c'è alcun bisogno di mostrare al mondo la foto di una testa fracassata per suscitare ulteriori odi e risentimenti antioccidentali.

salva e condividi

Addio Osama, bentornata Cia. La svolta di Obama ha dato i suoi frutti

Yes, they can. Con un blitz di 15 minuti finito con un colpo in testa a Osama Bin Laden, i Navy Seals hanno posto fine a un incubo generazionale  che durava da quasi 10 anni. Perchè dall'11 settembre 2001 ogni americano si portava dentro come un chiodo piantato nel cuore quella terribile sensazione di angoscia che nasceva dall'incapacità di catturare il nemico numero uno, il  principe del terrore, il massacratore di Ground Zero. 

salva e condividi

Ora sono i siriani a chiedere aiuto al mondo. Ma Damasco non è Tripoli e stavolta la faccenda è più complicata...

E ora, nel domino nordafricano e mediorientale, tocca a Damasco. Anche l'ultimo venerdì è stato scandito da imponenti manifestazioni, rabbia, sangue, repressione spietata. La gente chiede la fine di un regime che dura da cinquant'anni, della cui ferocia poco si sa in Occidente, o poco si finge di sapere. Ma Internet ormai rende difficile coprire qualsiasi nefandezza e quelle decine di cadaveri sul terreno “postati” su YouTube rendono l'inerzia politico-diplomatica non più praticabile.

salva e condividi

I nostri aerei non spareranno in Libia. Pardon, spareranno...

Se far fuori Gheddafi sia giusto o sbagliato ce lo dirà la Storia, forse. Ma il punto non  è questo, il punto non è neppure chiedersi se l'apparente svolta italiana - sì ad attacchi su obiettivi militari come chiesto dagli insorti - sia condivisibile o meno. Il punto è che questo Paese deve uscire dal suo eterno restare a metà del guado.

salva e condividi

Vi immaginate che succederebbe se lanciassimo noi i droni a caccia di clandestini?

Provate a immaginare che cosa succederebbe se gli italiani bloccassero i treni degli immigrati come i francesi o lanciassero i droni alla caccia deI tunisini come gli svizzeri. Razzisti, mafiosi e xenofobi sarebbero gli insulti più simpatici, e i soliti intellettuali da salotto, questi tutti nostrani magari con qualche francese che si unisce al coro, sarebbero quelli che strillerebbero più forte

salva e condividi
Syndicate content